Alto quasi due metri, verrà battuto all'asta da Christie’s

L’uovo di Pasqua da 4 milioni

foto © Christie’s Images Limited 2012

Secondo una favola di Esopo, in un tempo imprecisato sarebbe esistita una gallina che faceva uova d’oro.
Oggigiorno, invece, pare che le uova d’oro non siano più prodotte dalle galline, ma dagli artisti e che – cosa ancora più curiosa – vengano addirittura battute all’asta.
Il prossimo 27 giugno, infatti, andrà all’incanto da Christie’s a Londra (guarda la fotogallery) un enorme uovo (199 x 195 x 163 centimetri) –  in acciaio inossidabile e di colore blu-turchese – che si stima possa valere circa 4 milioni di euro.
Si tratta di una grandiosa scultura eseguita, tra il 1994 e il 2008, dal celebre artista statunitense Jeff Koons, che di uova “preziose” ne ha fatte ben cinque. L’opera, intitolata “Baroque Egg with Bow”, è una delle 5 versioni che fanno parte della serie “Celebration“, ultima in ordine di tempo ad essere battuta all’asta.
Un altro uovo, lo Smooth Egg with Bow, è stato aggiudicato –  il 28 novembre 2011 a Hong Kong – per  circa 4 milioni di euro. In quel caso a battere l’asta fu la case d’aste coreana Seoul Auction.

Se è certo che ancora una volta l’arte sarà fonte di un grande giro d’affari, viene anche da chiedersi – al di là dell’aspetto prettamente monetario – cosa abbia voluto comunicare il suo creatore Jeff Koons con questa opera. Usando un’ immagine carica di significato simbolico come quella dell’uovo, che rimanda al concetto della nascita e della Resurrezione cristiana, l’artista ha dichiarato di aver voluto evidenziare il lato consumistico assunto dalle feste nella nostra epoca. Un modo – a sei zeri e certamente originale – per ricordare il vero significato delle celebrazioni, di qualsiasi genere esse siano…

Clara Maiorano

Le prossime aste milionarie:

2 maggio, da Sotheby’s a New York,  L’Urlo di Edvard Munch (guarda la fotogallery).

11 maggio, presso il Grimaldi Forum di Montecarlo,  Arno XI l’unica barca firmata Ferrari (guarda la fotogallery).

11 e 12 maggio 2012, sempre presso il Grimaldi Forum di Montecarlo, la Ducati Desmosecidi GP10 “CS1”, guidata da Casey Stoner nel 2010 e  la GP11 “VR2”pilotata da Valentino Rossi (guarda la fotogallery).


Leggi anche
Officine Panerai sbarca a Londra
The Webster apre anche a New York
Riva 100' Corsaro: in Cina con fulgore
Precious: da Picasso a Jeff Koons
Milano: tavoli d'autore all'asta
Il primo concept store Bugatti




?>