Da Armani a Ferragamo: la moda è di casa

Il design è griffato

foto ufficio stampa

Colore e allegria, ma anche opulenza e ricchezza: il design d’alta moda non si fa mancare nulla e riveste le sue creazioni con lo charme che caratterizza ogni oggetto di “couture”. Lo si vede anche al Salone del mobile di Milano (17-22 aprile 2012).
Negli anni sempre più marchi di moda hanno iniziato a seguire da vicino il design, sposandone le filosofie creative ed estetiche, e soprattutto unendo all’alto senso estetico una profonda conoscenza strutturale, grazie anche alle collaborazioni con alcuni dei produttori di mobili più famosi del made in Italy.
Ecco quindi una panoramica degli accessori e arredi capaci di rendere uniche le vostre case.

Armani Casa
Un viaggio tra Venezia e l’Oriente è quello che ispira la nuova collezione di Armani Casa, da sempre attento alla fusione tra minimal e ricco décor.
Spruzzature dorate e studio delle rifiniture in caldo ottone satinato donano agli oggetti di arredo una luce calda e inusuale. Involucro dorato atto a conferire quell’allure da collezione. Dei veri e propri “object d’art” a metà tra l’arte e l’artigianato.

Antonio Marras per Rossana Orlandi
Tessuti e colori sono la base della nuova collezione di mobili e accessori chiamata “Milly” che Antonio Marras crea in esclusiva per Rossana Orlandi. Il Dna dello stilista rivive in questi arredi dal sapore anni ’60 e il sapiente uso del collage conferisce brio alle sue creazioni.

Sedute etiche per Marni e Missoni
Recupero dei materiali ma soprattutto reintegrazione e lavoro per chi necessita un aiuto. Il design è etico per Marni, che espone 100 sedie, con struttura in metallo e schienali in pvc, prodotte da ex detenuti in Colombia al fine di aiutarli a ritornare nel mondo del lavoro.
Stesso principio anche per Missoni che partecipa al progetto “Barrique, la terza via del legno” indetto da San Patrignano che coinvolge 30 architetti e designer chiamati a presentare dei progetti per il recupero del legno delle botti, realizzati poi da 200 ragazzi della comunità all’interno dei laboratori del centro.

Salvatore Ferragamo&Molteni
Rinnovato il sodalizio tra i due brand che presentano un’installazione di Constance Guisset, giovane designer parigina, con protagonista la lampada MO: struttura in legno composta da diversi moduli che appare come una vera e propria scultura aerea. Altra novità la nuova poltroncina a dondolo SOL dalle forme delicate, progettata da Molteni. A far da cornice ideale, la boutique di Ferragamo in via Montenapoleone.

Frankie Morello e l’arte di Maximo Riera
Un vero e proprio incontro con l’arte quella del brand Frankie Morello che dà vita insieme all’artista spagnolo Maximo Riera alle sedute “The animal chair collection”. Tre sedute, o meglio tre opere: The Octopus, The Walrus e The Rhino realizzate in poliuretano e con la modernissima tecnologia Cnc – computer numerical control, che consente di trasporre e tagliare in 3D i disegni dell’artista.

foto ufficio stampa

Arlecchino per Moschino&Altre Forme
Colore e allegria per la collezione di Moschino che insieme ad Altre Forme dà vita ad arredi ispirati alla maschera di Arlecchino, come dimostra ampiamente il tavolino “colletto” a richiamo del famoso bavero. L’alluminio è il materiale prescelto dai due marchi che promuovono con convinzione il made in Italy, ancora sinonimo di eccellenza.

Biciclette d’autore di Dolce&Gabbana e Alviero Martini 1ª classe
Novità assoluta in casa Dolce&Gabbana: la prima bicicletta firmata dagli stilisti Domenica Dolce e Stefano Gabbana in edizione limitata con decorazione a stampa leopardo, iconica.
Di esclusiva si parla ancora per la City Fashion Bike lanciata da Alviero Martini 1ª classe, realizzata da Olmo, con look cittadino e dettagli in pelle realizzati artigianalmente a mano.

Simona Scacheri


Leggi anche
L'Italia celebra il genio di Zaha Hadid
Le donne di Gian Paolo Barbieri
Dentro e Fuori il Salone 2016
Collistar e Kartell in nome della bellezza
Monica Bellucci è la nuova Bond Girl
Il vino brinda con il design




?>