Un prezioso salotto scalda e impreziosisce il cuore della Sardegna

Magie d’inverno a Nuoro

foto © toBE inside luxury

Un fine settimana che ha visto il cuore della Sardegna illuminarsi di cultura, oro, diamanti, e soprattutto migliaia di persone. Nuoro, così apparentemente distante da aeroporti o grandi autostrade, ha spalancato le sue porte con “Magie d’inverno“. Del resto, la differenza la fanno anche e soprattutto le persone, come quelle che in prima fila o nell’ombra ogni due anni contribuiscono a realizzare questa manifestazione giunta alla sua sesta edizione. A partire dagli ideatori e promotori, i titolari della gioielleria Rosas 1945 con in testa l’instancabile trascinatore Fabio Rosas.

foto @ toBE inside luxury

«Anche quest’anno – sottolinea Fabio Rosas – siamo riusciti a mostrare quello che l’isola sa offrire in termini d’eccellenza, creando tutte le sinergie possibili ed estendendole alla penisola. Abbiamo avuto espositori importantissimi a livello mondiale, e siamo riusciti a catalizzarli nella nostra Barbagia, grazie alla nostra passione. Con questa manifestazione, oggi come sempre, mostriamo che unendo le forze possiamo mettere in vetrina l’intero nostro territorio, che è potenzialmente importantissimo per il rilancio dell’economia, non solo sarda. Siamo riusciti a rendere Nuoro il salotto di quasi tremila persone, che sono tante, con tutto ciò che significa in termini di ricaduta commerciale. Ed è un fatto importante, soprattutto perché noi offriamo agli ospiti la Sardegna vera, quella nostra, quotidiana, senza artifizi turistici».

Un esclusivo momento d’incontro tra la domanda di articoli di lusso e i principali produttori di gioielli e marchi di alta orologeria in Italia e in Europa, tengono a precisare gli organizzatori. Circa 3mila persone hanno varcato le soglie del Tribu, spazio espositivo per le arti che ospita anche la permanente dello grande scultore nuorese Francesco Ciusa.

Premio Montblanc
Nell’ambito dell’iniziativa, è stato assegnato il Premio Montblanc a due personalità nuoresi: il regista Salvatore Mereu e il tenore Piero Pretti. La cerimonia si è svolta presso l’ISRE di Nuoro (Istituto Superiore Regionale Etnografico) alla presenza dei vertici nazionali Montblanc e di tutte le autorità locali.

21 brand internazionali
Oltre 20 i brand che hanno preso parte all’iniziativa: Montblanc, Quaglia, Pomellato, Villeroy & Boch, Zenith, Tag Heuer, Cartier, IWC, Venini, Mimì, Mikimoto, Dodo, Salvini, Breil Milano, Vetta, Kiara, Kidult, Hamilton, Alessi, Industria Vetraia Valdarnese, Lagostina. In esposizione anche la poltrona “parassita” della giovane designer Roberta Ciusa. Il tutto sotto l’organizzazione dell’event agency milanese Pro-Meet.
Al taglio del nastro (11 novembre 2012) erano presenti tra gli altri l’assessore al Turismo della Regione Sardegna Luigi Crisponi, il sindaco di Nuoro Alessandro Bianchi e Vittorio Sgarbi. Numerose le aziende locali a sostegno di “Magie d’inverno”: Smeralda Consulting & Associati, Officina del Design, Tenute Delogu, Trasparenze, Lumen (Milano), Gesti Marketing, Florgarden Agrishop, Privatepol, Studio Architettura F. Saba e la Concessionaria Graziano Catte & C.

foto © toBE inside luxury

Arte, dalla tela ai fornelli
Il pittore tedesco Christof Breidenich ha incantato i presenti con due suoi spettacolari pixel painting: l’artista dipinge un enorme quadro di fronte agli ospiti. Tela in realtà costituita da tantissime piccole tele, “pixel” appunto. Ciascuno degli 800 pezzi, tutti firmati, è stato poi donato ai presenti come segno di continuità dell’evento. Presente anche il pittore nuorese Alessandro Tamponi. Mentre dall’arte su tela a quella dietro ai fornelli, lo chef stellato Massimiliano Mariola ha incantato i presenti con squisite ricette. Mentre nelle sale e all’aperto l’intrattenimento musicale è stato garantito dagli allievi del Liceo musicale di Nuoro.

“Mastros in Nùgoro”
Tra le prossime attività previste a Nuoro, da segnalare nel fine settimana de 16-18 novembre 2012 “Mastros in Nùgoro” nell’ambito dell’“Autunno in Barbagia” con al centro i due quartieri storici di Seuna e Santu Predu con il meglio dell’artigianato artistico, dell’enogastronomia e della cultura locali. (FI)


Leggi anche
El Primero Range Rover Velar
1919: purezza by Porsche Design
100 supercar alla StreetGasm 2000
Le storiche Frecce d'Argento a Monza
Con Tag Heuer è tempo di correre
Mare paradisiaco e chef stellati




?>