Alta Badia tra vini, cuochi stellati e leggende dello sci

In pista col calice di cristallo

foto Alex Filz

Nel comprensorio sciistico più grande del mondo ce n’è davvero per tutti i gusti. Tra uno slalom rilassante e una discesa impegnativa, tra una giornata passata a circumnavigare il massiccio del Sella e pochi istanti a cimentarsi con la mitica Gran Risa, tra uno strudel e un bombardino, tra un pranzo in baita o in maso e una cena tra San Cassiano e La Villa, c’è spazio anche per un calice del miglior vino altoatesino servito a quota 2.000 metri.

VINO SCI SAFARI – L’appuntamento è per domenica 17 marzo (ore 10-16) in Alta Badia. Dopo il successo di fine anno con Gourmet Skisafari e con la novità 2012-2013 di Slope Food (gli stuzzichini in pista) , questa volta le degustazioni saranno a suon di speck, pane e formaggi “Qualità Alto Adige”, accompagnati da numerosi vini. Un evento, il Vino Sci Safari, giunto alla sua terza edizione e promosso dal Consorzio Turistico Alta Badia (www.altabadia.org) in collaborazione con il Consorzio Vini Alto Adige, che si svolgerà in particolare in sei baite: Club Moritzino, I Tablá, Ciampai, Bioch, Piz Arlara e Col Alt.

foto Freddy Planinschek

Dopo gli stuzzichini in pista creati da 12 famosi chef gourmet, tra cui i “dolomitici” Norbert Niederkofler (ristorante St. Hubertus), Arturo Spicocchi (ristorante La Stüa de Michil) e Fabio Cucchelli (ristorante La Siriola) gli sciatori e non avranno la possibilità di gustare le varietà di punta Pinot Bianco, Sauvignon, Gewürztraminer, Schiava, Lagrein e Pinot Nero, i bianchi della Valle Isarco e gli spumanti dell’Alto Adige (il ticket per la degustazione è di 20 euro).

E POI… ALBERGHI, LOCALI, BAITE E RISTORANTI – Tra i tanti hotel dove soggiornare suggeriamo il Rosa Alpina e l’Armentarola a San Cassiano, La Perla a Corvara, il Ciasa Lara a La Villa e il Cappella a Col Fosco.

foto Freddy Planinschek

Per un aperitivo, assolutamente da non mancare una tappa a L’Murin, a Corvara proprio di fronte a La Perla. In vetta ha bisogno di poche presentazioni il Club Moritzino (foto a sinistra), mentre scendendo verso San Cassiano merita anche il rifugio Las Vegas. Ma in verità è difficile trovare un luogo dove si possa uscire poco soddisfatti… Per cenare, due indirizzi da segnare in agenda sono quelli del ristorante interno all’albergo Armentarola con lo chef Norbert Egger e La Stüa de Michil dello chef stellato Arturo Spidocchi con visita guidata (su prenotazione) al Mahatma Wine Cellar: una cantina, anzi un tempio del vino – vivo, interattivo, laico, “irriverente”, geniale – con quasi 30mila bottiglie, frutto della passione e dell’estro di Michil Costa, della sua famiglia e dei suoi collaboratori. (f.i.)


Leggi anche
Neve, shopping e gourmet
Il vintage sulla neve dell'Alta Badia
La nuova perla della Valle d’Aosta
Un paradiso tra le alpi svizzere
Massaggi da Gran Paradiso
Tour in Engadina e a Silvaplana




?>