Alta Badia tra vini, cuochi stellati e leggende dello sci

In pista col calice di cristallo

foto Alex Filz

Nel comprensorio sciistico più grande del mondo ce n’è davvero per tutti i gusti. Tra uno slalom rilassante e una discesa impegnativa, tra una giornata passata a circumnavigare il massiccio del Sella e pochi istanti a cimentarsi con la mitica Gran Risa, tra uno strudel e un bombardino, tra un pranzo in baita o in maso e una cena tra San Cassiano e La Villa, c’è spazio anche per un calice del miglior vino altoatesino servito a quota 2.000 metri.

VINO SCI SAFARI – L’appuntamento è per domenica 17 marzo (ore 10-16) in Alta Badia. Dopo il successo di fine anno con Gourmet Skisafari e con la novità 2012-2013 di Slope Food (gli stuzzichini in pista) , questa volta le degustazioni saranno a suon di speck, pane e formaggi “Qualità Alto Adige”, accompagnati da numerosi vini. Un evento, il Vino Sci Safari, giunto alla sua terza edizione e promosso dal Consorzio Turistico Alta Badia (www.altabadia.org) in collaborazione con il Consorzio Vini Alto Adige, che si svolgerà in particolare in sei baite: Club Moritzino, I Tablá, Ciampai, Bioch, Piz Arlara e Col Alt.

foto Freddy Planinschek

Dopo gli stuzzichini in pista creati da 12 famosi chef gourmet, tra cui i “dolomitici” Norbert Niederkofler (ristorante St. Hubertus), Arturo Spicocchi (ristorante La Stüa de Michil) e Fabio Cucchelli (ristorante La Siriola) gli sciatori e non avranno la possibilità di gustare le varietà di punta Pinot Bianco, Sauvignon, Gewürztraminer, Schiava, Lagrein e Pinot Nero, i bianchi della Valle Isarco e gli spumanti dell’Alto Adige (il ticket per la degustazione è di 20 euro).

E POI… ALBERGHI, LOCALI, BAITE E RISTORANTI – Tra i tanti hotel dove soggiornare suggeriamo il Rosa Alpina e l’Armentarola a San Cassiano, La Perla a Corvara, il Ciasa Lara a La Villa e il Cappella a Col Fosco.

foto Freddy Planinschek

Per un aperitivo, assolutamente da non mancare una tappa a L’Murin, a Corvara proprio di fronte a La Perla. In vetta ha bisogno di poche presentazioni il Club Moritzino (foto a sinistra), mentre scendendo verso San Cassiano merita anche il rifugio Las Vegas. Ma in verità è difficile trovare un luogo dove si possa uscire poco soddisfatti… Per cenare, due indirizzi da segnare in agenda sono quelli del ristorante interno all’albergo Armentarola con lo chef Norbert Egger e La Stüa de Michil dello chef stellato Arturo Spidocchi con visita guidata (su prenotazione) al Mahatma Wine Cellar: una cantina, anzi un tempio del vino – vivo, interattivo, laico, “irriverente”, geniale – con quasi 30mila bottiglie, frutto della passione e dell’estro di Michil Costa, della sua famiglia e dei suoi collaboratori. (f.i.)


Leggi anche
Il vintage sulla neve dell'Alta Badia
La nuova perla della Valle d’Aosta
Un paradiso tra le alpi svizzere
Massaggi da Gran Paradiso
Tour in Engadina e a Silvaplana
Sugli sci con Giorgio Rocca




?>