Dal 30 ottobre all'8 novembre, l'opera è visitabile a Palazzo Parigi

La Venere di Koons è a Milano

Ne avevamo parlato qualche mese fa, ed ora è finalmente arrivato il momento di gustare dal vivo la creatività di Jeff Koons unita al bouquet del “miglior vino del mondo”, il Dom Pérignon. Stiamo parlando dell’opera firmata da Jeff Koons “Balloon Venus for Dom Pérignon” che, presentata a New York il 26 giugno scorso, arriva in Italia con un tour di tre tappe: Milano, dal 30 ottobre all’8 novembre, Venezia dal 13 al 26 novembre, Roma a dicembre.

Foto Ufficio Stampa

Foto Ufficio Stampa

Per il primo appuntamento italiano, Dom Pérignon non poteva che scegliere le incredibili sale del nuovissimo 5 stelle situato nel cuore di Brera a Milano, il Palazzo Parigi Hotel & Grand Spa, per esporre il particolare oggetto scultoreo. I suoi volumi generosi, inediti in città, e il décor ricco di pezzi unici, rendono l’hotel la cornice ideale per accogliere le forme calde e sinuose della moderna Venere di Willendorf, una minuscola figurina paleolitica rinvenuta in Austria e datata intorno al 23.000 ac. Le altre tappe del tour prevedono come location d’esposizione, l’Hotel Gritti di Venezia e l’Hotel Hassler di Roma.

E se, oltre l’opera d’arte, vi venisse voglia di sorseggiare un flûte di Champagne Dom Pérignon, accompagnato da un buon American Breakfast, non temete perché l’hotel ha pensato anche a questo. Per l’occasione, Palazzo Parigi Hotel & Grand Spa propone, infatti, un esclusivo Dom Pérignon Breakfast, disponibile negli spazi del bistrot Café Parigi al prezzo d’eccezione di € 75 e solo durante il periodo di esposizione della Balloon Venus.

DUE NOTE SU PALAZZO PARIGI HOTEL & GRAND SPA – Situato nel cuore di Brera in un’ex dimora patrizia milanese, l’hotel è un mix ben riuscito di lusso e sobria eleganza dove l’imponenza geometrica della struttura trova l’eco adeguata nei suoi spazi interni, pensati da Pierre-Yves Rochon e dall’architetto Giambelli all’insegna di volumi generosi e unici per la città. 65 camere, 33 suite e diversi ambienti comuni caratterizzati da un décor che è un giocoso “bisticcio” tra Milano e Parigi. Lo Chef stellato Carlo Cracco è consulente responsabile di tutte le esperienze gastronomiche fruibili in albergo, mentre al genio del maestro pasticciere Pascal Piermattei è affidata la nota dolce dei menu, servita anche al Café Parigi.

(C.M.)


dom-perignon-la-limited-edition-firmata-jeff-koons60668
16281

Leggi anche
Milano: Design Week 2017
Milano: torna il Salon du Chocolat
Il menù "lirico" del Ristorante Savini
Le donne di Gian Paolo Barbieri
Milano, tempo di fashion week
Il miglior grande magazzino del mondo





?>