Le novità 2014 della grande mostra internazionale

Art Basel: l’olimpiade dell’arte mondiale

Ufficio stampa Art Basel

Ufficio stampa Art Basel

Sono più di 300 le gallerie partecipanti alla 45a edizione di Art Basel, la più grande mostra internazionale di arte moderna e contemporanea, che si è inaugurata oggi, 19 giugno, nella città svizzera di Basilea. L’esposizione presenta i dipinti, le sculture, i disegni, le installazioni, le fotografie, i video e le opere editoriali di più di 4.000 artisti provenienti da tutti i continenti e vede la partecipazione delle gallerie italiane di Massimo De Carlo, Giò Marconi e Locarn O’Neill, che dedica uno stand monografico al lavoro di Luigi Ontani.

MOSTRA OLIMPIONICA – Fondata nel 1970, Art Basel è da sempre la maggiore manifestazione  internazionale dedicata al mondo delle arti visive. Ogni anno accoglie visitatori da tutto il mondo durante i suoi tre appuntamenti annuali – Basilea (dal 19 al 22 giugno 2014), Miami Beach e Hong Kong – meritandosi la fama di “Olimpiade dell’arte”.

14 ROOMS – Quest’anno è presente alla rassegna una novità assoluta: accanto alla sezione principale Statements, dedicata all’arte emergente, nasce il progetto “14 Rooms”, curato da Hans Ulrich Obrist e Klaus Biesenbach, in collaborazione con la Fondation Beyeler e Theatre Base, in cui artisti internazionali sono invitati a progettare ed attivare una stanza, esplorando il rapporto tra spazio, tempo e fisicità e realizzando performance uniche, che i visitatori possono sperimentare durante i giorni della fiera. “14 Rooms” espone opere di artisti di fama mondiale: Marina Abramović, Allora and Calzadilla, Ed Atkins, Dominique Gonzalez-Foerster, Damien Hirst, Joan Jonas, Laura Lima, Bruce Nauman, Otobong Nkanga, Roman Ondák, Yoko Ono, Tino Sehgal, Santiago Sierra, Xu Zhen. (A.M.)

Art Basel
19 – 22 giugno 2014
MCH Swiss Exhibition (Basel)
Informazioni: www.artbasel.com


Leggi anche
Bologna abbraccia l'arte contemporanea
Riva 100' Corsaro: in Cina con fulgore
Monet, una grande mostra a Basilea
La pittura di Marlene Dumas a Basilea
Navetta 37, la più grande Custom Line
Con Tag Heuer è tempo di correre




?>