A Torino, disegni e capolavori del maestro della Pop Art

L’Opera Prima di Roy Lichtenstein

A Torino è in arrivo una grande retrospettiva, una delle maggiori dedicate al celebre esponente della Pop Art, Roy Lichtenstein. “In quasi mezzo secolo di carriera – ha commentato una volta l’artista –  ho dipinto fumetti e puntini per soli due anni. Possibile che nessuno si sia mai accorto che ho fatto altro?”. Spesso, infatti, ci si dimentica delle numerose opere del grande artista americano e la GAM di Torino (Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea) si appresta ad esporne oltre duecento.

Roy Lichtenstein, Study for Pop! © Estate of Roy Lichtenstein / SIAE 2014

© Estate of Roy Lichtenstein


OPERA PRIMA –
La mostra Roy Lichtenstein. Opera prima esporrà, dal 27 settembre, 234 opere del maestro della Pop Art, soprattutto disegni su carta, realizzati dagli anni Quaranta fino al 1997 (anno della morte dell’artista), ma anche grandi dipinti e sculture e una documentazione fotografica dell’artista newyorchese al lavoro. Il ricco e rilevante corpus di opere è stato curato dal direttore della GAM, Danilo Eccher, e selezionato, grazie alla stretta collaborazione con l’Estate e la Roy Lichtenstein Foundation e agli importanti prestiti provenienti dalla National Gallery di Washington, dall’Art Institute Museum di Chicago, il Museum of Modern Art e Whitney Museum di New York e molte collezioni private e pubbliche, europee ed italiane.

PRIME IDEE – L’esposizione si focalizzerà sulla parte più intima di Roy Lichtenstein, sulle Prime Idee, cioè le idee primigenie, fonte di ispirazione di lavori divenuti, successivamente, i grandi capolavori, celebri in tutto il mondo. La retrospettiva promette di imporsi come un evento di grande interesse, in quanto indagherà il pensiero dell’artista, attraverso le variazioni stilistiche del processo creativo su carta e il suo lato linguistico. Il catalogo della mostra sarà edito da Skira e raccoglierà numerosi saggi critici, a cura di Danilo Eccher e di esperti, curatori e storici d’arte, oltre ai contributi e alle testimonianze sul lavoro dell’artista di Dorothy Lichtenstein e Jack Cowart, direttori della Roy Lichtenstein Foundation.

(A.M.)

ROY LICHTENSTEIN. Opera prima
27 settembre 2014 – 25 gennaio 2015
GAM di Torino
Informazioni: www.gamtorino.it


Leggi anche
A Roma le icone di Hollywood
MIA Photo Fair 2017
Precious: da Picasso a Jeff Koons
Alberi metropolitani del Natale 2014
Alberto Giacometti: amore per l'umano
Tutto Cartier-Bresson in mostra





?>