A Torino la quinta edizione dell'evento internazionale

Operæ, Festival del design indipendente

A Torino è in arrivo il festival del design indipendente, con la quinta edizione di Operæ, manifestazione dedicata al design contemporaneo autoprodotto e occasione di incontro per designer italiani e stranieri, professionisti del settore e nuovi talenti. Dal 10 al 12 ottobre 2014 Operæ apre le porte a tutti coloro che vorranno acquistare, vedere e contattare designer, artisti ed espositori provenienti da tutta Italia, così come da Germania, Regno Unito, Giappone, Francia e Cina, per tre giorni all’insegna della creatività, della tecnologia e delle nuove produzioni. Il festival è curato e prodotto da Bold srl con il patrocinio di Città di Torino e Politecnico di Torino.

Press Office

Press Office

OPERÆ 2014 – Più che una mostra, Operæ si presenta come un mercato, occasione d’incontro, condivisione, scambio e comunicazione, tra artisti, designer, studi, aziende, distributori, negozi e compratori, in cui si espongono le proprie idee e si vendono i prodotti del proprio lavoro artigianale, edizioni limitate curate in ogni dettaglio.
Tra i partecipanti di quest’anno troviamo il milanese Johnny Hermann, che presenterà in anteprima le collezioni Duckle e Kilï, piccole icone contemporanee realizzate in legno e i fiorentini di Studio Lievito, che proporranno il nuovo brand OttaAnta, ispirato alla ricerca dell’essenziale attraverso il recupero di materiali di fabbrica. Federico Peri, designer indipendente e collaboratore con grandi aziende, esibirà complementi lontani dagli ambienti “pregiati” della casa, rivisti in chiave artigianale e preziosa.
Prenderanno parte all’evento anche designer di fama internazionale, come i pluripremiati Gumdesign, e giovani promettenti, come Giorgia Brunelli, alias Giovelab. Non mancheranno idee originali, come la live performance di Alessandra Roveda che rivoluzionerà il gesto antico del “fare la maglia” e la proposta di cucina di kmzero design, che unirà il sapere artigianale e la cultura digitale, grazie all’ausilio di pezzi realizzati con stampanti 3D.

NOVITÀ – Un’attenzione speciale sarà dedicata alle partecipazioni internazionali, come lo studio di Pechino MicroMacro e le rivisitazioni in chiave contemporanea degli archetipi dell’arredamento cinese e lo studio More than One, composto da Sakura Adachi e John Bennet, unione delle rispettive formazioni giapponese ed inglese, in progetti e soluzioni multifunzionali.
Un’intera sezione, quest’anno, sarà dedicata al kid design, con la realizzazione di numerosi oggetti per l’infanzia e giocattoli che si affiancheranno alla ricca programmazione di eventi e laboratori dedicati ai bambini.
Accanto ai prodotti esposti, Operæ dedicherà uno spazio anche alle autoproduzioni editoriali, accogliendo la mostra FRUIT, il mercato della microeditoria indipendente di Bologna, che si sposterà momentaneamente a Torino per far conoscere realtà e tecniche di progettazione con la carta ibride, come concept magazines, artzines, cartotecnica, stampe, microeditoria, unioni di graphic design, illustrazione, fotografie e fumetto. (A.M.)

Operæ 2014 – Indipendent Design Festival
10 – 12 ottobre 2014
Torino, Torino Esposizioni
informazioni: http://operae.biz/


Leggi anche
Bologna abbraccia l'arte contemporanea
L'Italia celebra il genio di Zaha Hadid
Il primo mall del design di lusso è in Cina
Collistar e Kartell in nome della bellezza
Alberi metropolitani del Natale 2014
Il vino brinda con il design




?>