La moda multietnica di A Coded World

Fashion as globalization

Celebrare la moda in nome di una globalizzazione che abbatte le barriere e promuove le collaborazioni e le fusioni di culture diverse. E’ l’obiettivo di “Fashion as Globalization” (Milano, Palazzo del Senato – 25 settembre ore 18), la sfilata con cui A Coded World presenta le collezioni P/E 2017 di tre stilisti emergenti in occasione della fashion week milanese.

© Francesco Copparoni Couture

© Francesco Copparoni Couture

Da sempre attenta a promuovere e supportare giovani talenti nel mondo della moda, dell’arte e della musica, questa volta A Coded World (acronimo di Combining Our Diverse Ethnicities Differently) ha voluto affidare il proprio messaggio trasversale all’estro tutto italiano di Francesco Copparoni Couture, creatore di capi d’alta moda di un’eleganza senza tempo; alla fashion designer cubana Massiel Mesa Fornaris, creatrice di costumi da bagno dalle linee minimali; e alla stilista serba Lepa Danojevic, rappresentante, con il brand Lepa Couture, di una moda pregiata, semplice eppure sofisticata, contraddistinta dai contrasti fra il bianco e il nero. Le loro collezioni per la prossima primavera/estate sfileranno a Palazzo del Senato in un fashion show in cui, secondo le intenzioni di A Coded World, “l’abito diviene strumento di legame e riconoscimento reciproco, capace di annullare qualsiasi barriera di genere, etnia, religione e cultura”. (L.M.)

 


Leggi anche
Fashion Film Festival Milano
Un Motoquartiere a Milano
Algida solennità per Gucci
I nuovi designer di Mila Schön
La diversità di Armani
Puro Emporio Armani




?>