50 anni di bellezza nella fotografia di moda

Le donne di Gian Paolo Barbieri

Courtesy by 29 Arts in Progress gallery

Courtesy by 29 Arts in Progress gallery

Fotografo fra i più autorevoli nel mondo della moda, Gian Paolo Barbieri è il protagonista della mostra celebrativa “Occhio, cuore e mente: cinquant’anni di bellezza nella fotografia di moda”, curata da Nikolaos Velissiotis. Ospitata dalla galleria 29 Arts in Progress (via San Vittore 13, Milano) la mostra propone 40 tra i soggetti più conosciuti di Barbieri, stampe vintage ai sali d’argento e polaroid, oltre ad alcuni scatti inediti.

In mezzo secolo di esemplare attività professionale, il fotografo milanese classe 1938 ha creato campagne per maison quali Valentino, Armani, Missoni, Versace, Ferré, Dolce & Gabbana.
Il suo lavoro per le edizioni francesi, americane e tedesche di Vogue lo ha portato inoltre a collaborare con stilisti internazionali come Yves Saint Laurent e Vivienne Westwood.
Di lui, Yves Saint Laurent ha affermato: “Gian Paolo Barbieri attraversa l’eleganza sontuosa dei suoi ritratti femminili e delle scene dei quartieri poveri con la stessa anima, lo stesso amore. Un segreto che non appartiene che a lui”.

Courtesy by 29 Arts in Progress gallery

Courtesy by 29 Arts in Progress gallery

Infinita la galleria delle stelle immortalate dal suo obiettivo in seducenti scatti a colori e in bianco e nero, da Audrey Hepburn a Jerry Hall, Vivienne Westwood, Eva Malstrom, Aly Dunne, Mary Jonasson, Veruschka, Anjelica Huston, le italiane Isa Stoppi, Simonetta Gianfelici, Ivana Bastianello e Monica Bellucci.
L’esposizione, in programma alla galleria 29 Arts in Progress dal 23 novembre al 20 dicembre 2016, rientra nel calendario eventi del Photo Vogue Festival, e rappresenta un’invitante occasione per scoprire o riscoprire il lavoro di uno dei massimi professionisti della fotografia di moda.

 


gian-paolo-barbi…progress-gallery

Leggi anche
L'Italia celebra il genio di Zaha Hadid
Palma d’Oro allo svedese “The Square”
70 candeline per Cannes
Il menù "lirico" del Ristorante Savini
Giovanni Gastel: 40 anni di immagini
Milano, tempo di fashion week




?>