Vacanze d'autunno nella perla delle Baleari

L’altra Formentera

Con i suoi 900 mila visitatori all’anno, buona parte dei quali concentrati nei mesi di luglio e agosto, Formentera resta una delle mete balneari più amate d’Europa. La più piccola delle Isole Baleari ha tutto quello che si può desiderare per una vacanza perfetta: natura incontaminata, ospitalità, buona gastronomia e tanto divertimento. Tutte qualità che possono essere godute in maniera più piena e soddisfacente fuori dai tradizionali “mesi caldi” dell’alta stagione, quando l’affluenza di turisti sull’isola, per il 45% italiani, raggiunge il suo picco annuale.

Photo: Mateu Bennassar

Photo: Mateu Bennassar

Con la campagna europea “Better in Winter”, l’Ente del Turismo delle Isole Baleari (ATB) insieme al Patronat Municipal de Turisme de Formentera sta promuovendo un turismo intelligente che consente di vivere l’anima più vera dell’isola.
“L’autunno – racconta Alejandra Ferrer, Consellera de Turismo, Territorio y Comercio, Consell Insular de Formentera – è la stagione ideale per scoprire la nostra isola: il clima mite e una minore presenza di turisti rispetto ai mesi estivi, rendono il soggiorno a Formentera ancora più autentico. Invitiamo gli italiani a visitarci a settembre e ottobre, mesi ideali per le immersioni, il kayak, ma anche per i percorsi di trekking e bicicletta”.

© Depositphotos

© Depositphotos

Cultura, sport, musica, cucina. Sono tante le iniziative programmate a Formentera per il mese di ottobre: dalla 5a edizione della gara “Triathlon Isola di Formentera” (7 ottobre) a “Formentera Zen“ (12-15 ottobre), 4 giorni dedicati alla meditazione; dai giri cicloturistici e le gare di BTT organizzati dal 27 al 29 ottobre al Festival “Save Posidonia”, per raccogliere fondi in difesa di questo prezioso “prato marino”.Tra Formentera ed Ibiza, infatti, si trova la più grande distesa continua dell’alga marina Posidonia Oceanica (7650 ettari), dichiarata dall’UNESCO bene naturale nel 1999. Per proteggere e salvaguardare questo esemplare, responsabile dello stato di salute del mare balearico, è nato nel 2017 il progetto di fund-raising “Save Posidonia”, promosso dal Consell Insular de Formentera.

Photo: Sergio Arribas

Photo: Sergio Arribas

Raggiungibile da Ibiza in soli 30 minuti di traghetto, Formentera è un paradiso per gli amanti del mare e offre una costa incredibilmente ricca, con scogliere, baie remote, grotte e distese di sabbia incontaminate: ben 20 km di spiagge e cale. Alcuni di questi luoghi non sono accessibili via terra e possono essere scoperti con un’escursione in kayak, un’attività praticabile in ogni stagione grazie al clima mite dell’isola.

Photo: Alfredo Montero

Photo: Alfredo Montero

Esplorare Formentera a piedi o in bici è un vero piacere grazie a ben 32 circuiti verdi segnalati (non accessibili a moto e auto), per un totale di 110 km con vari livelli di difficoltà e distanze. I percorsi, lungo la costa o nell’entroterra rurale, permettono di ammirare il meglio di Formentera, attraversando pinete, boschi di ginepro sabina, campi coltivati, tra mulini e torri di vedetta, villaggi di pescatori, dune e spiagge selvagge. In alternativa, grazie ai maneggi presenti sull’isola, si può organizzare una passeggiata a cavallo e attraversare, per esempio, il panorama lunare di Can Marroig e raggiungere la laguna multicolore di Estany des Peix.

 


Leggi anche
Can Dani: stella Michelin a Formentera
Ferragosto: le mete preferite
Melià Hotels sbarca ad Ibiza
Vacanze a Formentera
A Ibiza arriva l'Hard Rock Hotel
Le spiagge più belle del 2014





?>