Le creazioni di Matteo Evandro Manzini per Telethon

La solidarietà in passerella a Venezia

In occasione della 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, sbarca in Laguna la nuova linea di Matteo Evandro Manzini, il giovane stilista emiliano che nel 2016 – sempre a Venezia – ha fatto parlare dei propri capi grazie a una foto virale che ha fatto il giro del mondo. Ricordate gli indossati di Giulia Salemi e Dayane Mello? Lo stilista ha dichiarato che non era sua intenzione intraprendere un’azione provocatoria: “Sono sempre concentrato su stile e prodotto, del gossip mi importa poco e nulla”. Aggiunge: “Penso che le donne nel 2018, possono permettersi di esprimere la loro personalità in tantissimi modi. Nelle cerimonie, un tocco di estro nel proprio look è un modo per non prendersi troppo sul serio. L’eleganza non sta nel guardaroba, piuttosto, è la somma di ciò che siamo e certo non si può acquistare in una boutique”.

Per la settantacinquesima edizione, il giovane creativo è stato scelto per l’epica passerella sul Red Carpet da molte celebrities. Le ambasciatrici della nuova stagione saranno le modelle Taylor Mega (www.instagram.com/taylor_mega) e Jade Mega ( www.instagram.com/jade_mega)

Il progetto per questa stagione è basato sull’intero re-design del brand. Logo rivisto, un nuovo ecommerce (www.matteoevandromanzini.com) e una linea davvero innovativa basata su una scelta accurata dei tessuti e su una maniacale definizione dei dettagli. L’intera linea sarà visibile sul e-shop già dalla metà di Settembre 2018. Il direttore creativo della maison ha stretto anche un importante accordo con Telethon a cui sarà devoluto il 20% degli incassi derivanti dalle vendite online. Il giovane stilista è sostenuto da molti partner e sul sito è ancora possibile aderire all’iniziativa.

Chi è Matteo Evandro Manzini (www.instagram.com/matteoevandromanzini)? Classe 1986, Matteo Evandro Manzini approda a Londra, dove prosegue gli studi in Fashion alla prestigiosa Central Saint Martins, fucina dei più celebri talenti del panorama mondiale della moda. Il suo percorso in ambito professionale spazia dallo styling, con collaborazioni per riviste come L’Officiel e Glamour, al fashion design, fino al suo arrivo negli atelier dell’Alta Moda internazionale e affina le sue capacità di realizzare abiti su misura dai tessuti attentamente ricercati e rigorosamente Made in Italy.


Leggi anche
70 candeline per Cannes
The Young Pope: il Papa di Sorrentino
Fassbender e Vikander a Venezia 73
Cannes 69: vince Ken Loach
Ritratti di donne a Cannes 69
Cannes 69 e il cinema italiano




?>