Fra innovazione e internazionalizzazione

EICMA 2018: il futuro su due ruote

Dopo i due giorni inaugurali riservati a media e operatori di settore, l’8 novembre apre i battenti al pubblico la 76esima edizione di EICMA, Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo.
In programma a Fiera Milano-Rho fino all’11 novembre 2018, EICMA punta a confermarsi punto di riferimento indiscusso per l’industria delle due ruote e a rafforzare la propria attrattività globale con oltre la metà di espositori esteri provenienti da 42 diversi Paesi.

Definita dal suo Presidente Andrea Dell’Orto “il più grande contenitore al mondo di passione” EICMA scommette soprattutto sul binomio innovazione e internazionalizzazione, con una superficie espositiva di 280.000 mq che include diverse aree tematiche. Dall’Area Start Up e Innovation, riservata alle imprese giovani che vogliono affermarsi nel mondo delle due ruote, all’Area Custom & Special, dedicata alla mondo della personalizzazione e l’Area Turismo, focalizzata sul mondo del turismo su due ruote. Non mancano le aree speciali E-Bike, dedicate alle bici elettriche e alle più importanti innovazioni del settore. La mobilità a pedalata elettrica è ormai una realtà consolidata a livello mondiale, con numeri che testimoniano una crescita esponenziale del settore: i dati rivelano che solo in Italia nel 2017 sono state acquistate più di 150.000 E-Bike, +25% rispetto al 2016.


Leggi anche
Ducati, il “palco” più bello di EICMA 2018
Il 2017 secondo Suzuki
EICMA 2016: si scaldano i motori




?>