Wine Spectator incorona il “super toscano”

È il Sassicaia il miglior vino del mondo

And the winner is… Sassicaia di Tenuta San Guido, annata 2015. Il più famoso dei vini italiani di alta gamma, si è aggiudicato il prestigioso primo posto della Top 100 enologica stilata da Wine Spectator, la rivista americana considerata un po’ la bibbia dagli appassionati di vino.

L’importante riconoscimento arriva nell’anno in cui il Supertuscan per eccellenza festeggia 50 anni esatti della prima annata messa in commercio. Per il Sassicaia è il primo trionfo assoluto in questa classifica mentre il precedente primo posto di un vino italiano risale al 2006, quando a conquistare la vetta fu il Brunello di Montalcino 2001 Tenuta Nuova di Casanova di Neri.

Non è solo il trionfo del Sassicaia e di Bolgheri a ridare prestigio alle nostre cantine. Nei primi 10 posti, infatti, compaiono altri due vini italiani: il Chianti Classico Riserva 2015 di Castello di Volpaia al terzo posto e l’Etna San Lorenzo 2016 di Tenuta delle Terre Nere alla nona posizione. Il Sassicaia si è aggiudicato il primo posto con 97 punti, davanti al francese St.-Emilion 2015 di Château Canon-La Gaffelière con 96 punti. Seguono, dalla Spagna, il La Rioja Alta Rioja – etichetta Rioja 890 Gran Reserva Selección Especial 2005, Dom Pérignon Legacy Edition 2008 e, al quinto posto, lo Chardonnay Carneros Larry Hyde & Sons 2016 prodotto dall’azienda californiana Aubert.

 


Leggi anche
100 vini top al Taste of Milano
La Venere di Koons è a Milano
Cento vini da sogno



?>