Il nuovo spazio alla conquista della Milano verticale

Peck, alta gastronomia anche a CityLife

Dal 1883 è il tempio dell’alta gastronomia a Milano e ora, oltre alla sua sede storica di via Spadari, ha un nuovo spazio in CityLife, nel cuore della Milano del futuro e del più grande distretto commerciale urbano d’Italia.

Il nuovo Peck sorge in un padiglione di 300 mq dalle forme organiche, all’ombra delle tre torri progettate dalle archistar internazionali, oggi quartier generale di Allianz e Generali, domani anche di PWC. Qui Peck inaugura anche una nuova formula di ristorazione, che ha come tema il mangiare in gastronomia. “Gustare il cibo seduti al bancone – spiega Peck — non è solo un gesto estetico, ma filosofico: ricuce il rapporto tra alimenti e lavorazione, tra selezione e degustazione, tra preparazione e consumo”.

Il nuovo ristorante – 50 coperti, con due carte diverse per pranzo e cena – propone una serie di signature dishes come la costata di manzo, il risotto giallo con ossobuco, la cotoletta alla milanese, e piatti speciali come il lesso, la cassoeula, le carni allo spiedo o il marbré.

Menzione speciale per gli antipasti che sono concepiti per la condivisione e consentono di esplorare i must della gastronomia di Peck, dall’insalata russa al paté, i gamberi in salsa cocktail, il vitello tonnato. Il ristorante in gastronomia permette inoltre di ordinare fuori carta tutto ciò che è esposto al grande bancone di ingresso.

L’enoteca vanta una collezione 150 etichette tra vini e distillati, disposti teatralmente su un’importante parete. La punta dell’iceberg rispetto alle oltre 3 mila etichette – sempre disponibili su ordinazione – che hanno reso il negozio di Via Spadari la migliore enoteca d’Italia. Appassionati e curiosi potranno farsi consigliare dai sommelier di Peck sia per la mescita sul luogo sia per l’acquisto di bottiglie da asporto. L’enoteca sarà anche teatro di incontri.

Ulteriore segno distintivo del nuovo spazio è il banco della cocktail station: decorato da piastrelle dipinte a mano con un disegno ricavato da una fotografia storica del Peck anni ‘50, propone una carta di cocktail che interpretano sia la storia di Peck sia la contemporaneità.

Peck CityLife non è soltanto uno scrigno di sapori, prodotti freschi e confezionati, savoir faire e tradizioni. Grande cura è stata infatti rivolta anche al design degli interni, affidato allo Studio Vudafieri-Saverino Partners che ha ha definito un concept capace di esprimere i tratti fondamentali dell’identità storica di Peck, portandola in un progetto senza tempo eppure fortemente contemporaneo.Il design degli interni è stato articolato in modo da garantire una continuità narrativa nelle diverse aree e creare una relazione fluida tra gastronomia, ristorante, enoteca e cocktail bar. Lo spazio rende omaggio alla Milano del dopoguerra, della ricostruzione, del miracolo economico, della grande operosità e progettualità meneghina, quella Milano dentro cui il mito di Peck si è affermato, pur senza rendere il luogo didascalico.

Come racconta Leone Marzotto, la cui famiglia ha rilevato il marchio nel 2013 e che dal 2016 ne è l’Amministratore Delegato, “Peck è un’istituzione milanese, un negozio storico che si sta diffondendo a Milano con l’apertura di negozi-figli, un’autorità in fatto di conoscenza del prodotto, un insieme di persone accomunate da competenze, valori e dalla passione per quello che fanno. L’apertura di Peck in CityLife Shopping District è doppiamente storica: non solo è la prima volta che Peck apre a Milano fuori dal proprio quartiere, ma questo negozio è anche il primo dei nuovi Peck. La sfida è portare la nostra altissima idea di qualità, di servizio e la nostra passione a contatto con pubblici nuovi: con innovazioni destinate a durare nel tempo, e senza inseguire trend o mode passeggere.”

Peck CityLife è aperto sette giorni su sette, dalle 9 alle 23 (domenica alle 21).


Leggi anche
A Coded World Fashion Show
MIA Photo Fair 2017
Attico con vista sulla nuova Milano
Il Bosco Verticale tra i palazzi più belli
Peccati di gola sotto l'albero




?>