Luce, musica e poesia per l'ultima notte dell'anno

Rotelli illumina lo spirito di Genova

È stato un San Silvestro all’insegna di uno spettacolo immersivo di grande impatto visuale e sonoro quello che ha richiamato la gente di Genova nella storica Piazza De Ferrari per l’ultima notte del 2018.

Foto: Diana Lapin / Service luci: My Sound

Ideata e diretta dall’artista veneziano Marco Nereo Rotelli e prodotto da Art Project di Elena Lombardi che ne ha seguito ogni aspetto logistico, l’installazione è stata sostenuta dal main sponsor MSC, Banca Intesa, Regione Liguria e Comune di Genova. Fulcro dello spettacolo le grandi proiezioni ideate da Rotelli, capaci di creare un’atmosfera onirica e dialogare magicamente con il contesto urbano.

Foto: Diana Lapin / Service luci: My Sound

Foto: Diana Lapin / Service luci: My Sound

Le sue invenzioni di luce, ispirate ai versi dei grandi poeti di Genova, Sanguineti, Montale, Capron, hanno illuminato tutti i palazzi, dal Ducale al Teatro Carlo Felice fino all’Accademia, la Borsa e la Regione, trasformando la piazza in un’affascinante teatro a cielo aperto in cui si è celebrata l’anima culturale della città e la sua grande forza di volontà. Non a caso l’installazione è stata intitolata “Lo Spirito di Genova”, col pensiero che è andato prima di tutto al dramma che la città ha vissuto con la tragedia del Ponte Morandi: uno spettacolo per voltare pagina, riavvicinare tutti i genovesi e ritrovare idealmente la luce della rinascita.

Foto: Diana Lapin / Service luci: My Sound

Foto: Diana Lapin / Service luci: My Sound

Foto: Diana Lapin / Service luci: My Sound

Assieme a Rotelli, gli altri protagonisti del Capodanno speciale sono stati il dj Alessio Bertallot che ha sonorizzato le immagini con le voci musicali e poetiche della Liguria e il giovane chitarrista e tenore “rock” Federico Paciotti che ha accompagnato la folla fino al fatidico countdown scandito dal sindaco Marco Bucci.

 


Leggi anche
“Poetry: a Glass Garden”




?>